Borse Giovani Ricercatori – RAS

Processi sedimentari, idrodinamica e modellizzazione di spiagge campione della Sardegna

CRP2_413 – Data di avvio 01/05/2010
Borse destinate a giovani ricercatori co-finanziate dalla Regione Autonoma della Sardegna
(fondi PO Sardegna FSE 2007-2013 L.R.7/2007)

Strumanto finanziario: Regione Autonoma della Sardegna – L.R. 7/2007 “Promozione della ricerca scientifica e dell’innovazione tecnologica in Sardegna”  

Responsabili del progetto: dott.ssa Batzella Tiziana e dott. Pusceddu Nicola

Il Progetto

Il progetto è stato realizzato dai due Giovani Ricercatori del Coastal and Marine Geomorphology Group con lo scopo di approfondire gli studi sulle coste della Sardegna, così da incrementare la banca dati costituita dall’OCEANS e consentire una più ampia comprensione delle tematiche legate all’erosione costiera e alle conseguenti necessarie risposte da dare per la prevenzione e mitigazione del rischio.
Scopo dello studio è stato quello di ampliare la conoscenza sulla morfodinamica e sulle tendenze evolutive (avanzamento, stabilità e arretramento) delle spiagge campione, attraverso l’utilizzo delle metodologie individuate dal progetto Interreg IIIA GERER

I siti studiati sono:

Spiaggia di La Cinta: lo studio del sito è stato avviato dal Coastal and Marine Geomorphology Group nell’ottobre del 2009, attraverso una campagna oceanografica successiva all’evento alluvionale del 24 settembre che ha profondamente modificato il sistema. Si è scelto quindi di proseguire il monitoraggio avviato al fine di verificare lo stato della spiaggia e la sua capacità di resilienza.

Spiaggia di Budoni: localizzata a sud della spiaggia di La Cinta presenta dimensioni, orientazione agli eventi meteo marini e fetch simili a La Cinta stessa. È stata scelta per il suo alto grado di naturalità e per il fatto che, sottoposta allo stesso evento estremo del 2009, ha mostrato, proprio in virtù della sua maggiore naturalità, una risposta differente rispetto alla precedente.

Lo studio è iniziato pochi giorni dopo l’alluvione del 24 settembre 09.  Sono state studiate le caratteristiche sedimentarie e l’idrodinamica con l’applicazione di modelli digitali topo-batimetrici, derivati ​​da dati acquisiti in due diverse indagini sul campo (2009-10). È stato effettuato un monitoraggio periodico  delle variazioni a breve termine al fine di esaminare la capacità di recupero del sistema.

Dai dati raccolti sono stati prodotti carte tematiche (batimetriche, sedimentologiche ecc.) e modelli di moto ondoso e idrodinamica. Questo ha permesso di identificare i principali meccanismi di controllo e di distribuzione dei sedimenti sulla spiaggia sottomarina. I modelli di moto ondoso e di idrodinamica sono stati generati utilizzando il software Delft3D.

Aree di confronto: le spiagge di Porto Giunco e Simius (Villasimius – CA) e la spiaggia di Su Giudeu e Porto Campana (Chia, Domus de Maria – CA) sono state scelte in quanto già oggetto di studio con analoga metodologia, all’interno del progetto Life+ Providune (LIFE07NAT/IT/000519).

Progetto concluso